FANDOM


CLAMP in Parigi.jpg

Le CLAMP a Parigi per lo Japan Expo 2009.

CLAMP.jpg

Versioni manga delle CLAMP.


CLAMP, in katakana クランプ (Kuranpu?), è il nome di un gruppo di autrici di manga composto da Ōkawa Nanase, Mokona, Nekoi Tsubaki e Igarashi Satsuki. In Italia si utilizza la dicitura "le CLAMP".

Dalla metà degli anni '90 in poi il gruppo ha raggiunto un grande successo, diventando uno dei nomi più conoscuti del fumetto internazionale e vendendo nel mondo oltre 88 milioni di tankōbon.

BiografiaModifica

Il gruppo CLAMPModifica

Il gruppo CLAMP nacque come un gruppo di dodici persone tutti del Kansai che si riunivano per la realizzazione di dōjinshi.[1] Il gruppo era composto da Mokona Apapa, Tamayo Akiyama, Sōshi Hishika, Igarashi Satsuki, Yuzuru Inōe, Kazue Nakamori, Sei Nanao, Mick Nekoi, O-Kyon, Ōkawa Nanase, Shinya Ohmi e Leeza Sei. Tre ragazze del gruppo Mokona, Nekoi Tsubaki, e Igarashi Satsuki frequentavano la stessa scuola superiore[1] ed erano appassionate di fumetti. Incontrarono Ōkawa Nanase grazie ad un'amica di quest'ultima che stava vendendo dei fumetti, e dopo averne vendo uno a Mokona, ne divenne amica e la presentò a Nanase.[1]

La produzione del gruppo era composta esclusivamente di dōjinshi, alcuni da serie già famose, come Holly e Benji[2] e I cavalieri dello zodiaco, altri come opere originali, molte delle quali diventarono veri e proprio manga, come Seiden e Tōkyō BABYLON. La prima opera creata con l'aiuto di tutto il gruppo fu CLAMP, ma fu abbandonata poco dopo il loro debutto.[3] L'unico dōjinshi che venne pubblicato fu Shining Star, creato nel 1987 ma pubblicato il 1 agosto 1989,[4] un mesi dopo il loro debutto.

Le autrici hanno fin dall'inizio grandi idee in testa, maturate nel corso delle scuole superiori, ma non tutti gli editori sono disposti a pubblicare storie lunghe come debutto. La CLAMP decidono così di rivolgersi a due case editrici diverse: una, più importante, dove pubblicare brevi commedie di stampo umoristico ambientate tutte nello stesso contesto (il fittizio Istituto CLAMP), di maggior sicurezza commerciale, ed un'altra meno nota dove proporre un'opera più impegnativa, ma di minori certezze in termini di vendite.

Il debuttoModifica

Il loro intendo riesce, e mentre il gruppo si allena sulla creazione di storia più commerciali e semplici (stile 20 mensō ni onegai!!), sviluppa allo stesso momento opere di maggior profondità come Seiden. Il loro debutto vero e proprio avviene nel marzo 1989 con Seiden.[4] Durante il loro debutto il gruppo era composto da 6[1] o 7 persone[4] e l'anno successivo ne rimasero solo 4.[1]

Poco dopo iniziò sempre nel 1989 il filone "Istituto CLAMP", con 20 mensō ni onegai!!, seconda opera pubblicata,[4] CLAMP gakuen tanteidan e Gakuen tokkei Duklyon del 1992. Nel 1990 pubblicarono Tōkyō BABYLON, i cui personaggi confluirono in X del 1992, e Shin Shunka-den, sempre del 1992, basata su una storia popolare coreana.

Il successo internazionaleModifica

Fu proprio X, fino ad oggi incompiuto, che le autrici ottennero la fama internazionale: il manga narra l'apocalisse come scontro fra due fazioni di personaggi che combattono con poteri ESP. Cult internazionale, X è un'opera ambiziosa ricca di simbologie e disegnata con perizia estrema, ed è anche il fumetto che ha donato alle CLAMP la fama e la credibilità verso le case editrici.

Il successo si rafforzò con la serie fantasy Rayearth iniziata nel 1993, composta da due serie manga di 6 volumi, una serie televisiva di due stagioni e un OAV. Nel 1996 venne invece il turno del majokko Cardcaptor Sakura, che ebbe un successo immediato. La serie manga composta da 12 volumi venne adattata in una serie televisiva di 70 episodi, più due film cinematografici basata sulla serie anime, mentre parte del merchandising comprende 17 album di colonne sonore, 11 videogiochi e 11 artbook sulla serie.

Nel 1999 venne pubblicato ANGELIC LAYER, opera con una tematica nuova per le CLAMP, anche se uno dei personaggi del manga richiamava inconfondibilmente la protagonista della serie Rayearth. Questo è infatti uno dei primi esempi di crossover indiretto delle CLAMP. Chobits, del 2001, oltre alla tematica robotica di ANGELIC LAYER, aveva in comune con esso parte dell'ambientazione e diversi personaggi, stabilendo una certa continuità, come era già accaduto tra Tōkyō BABYLON e X e tra la serie dell'Istituto CLAMP.

Sempre dietro al filone del crossover e della continuità, nel 2003 vengono presentate due opere ambientate nello stesso spazio temporale, in cui i personaggi passano da un manga all'altro intrecciando i propri destini. Queste due opere, non ancora concluse, sono XXXHOLiC e Tsubasa -RESERVoir CHRoNiCLE-. L'intendo delle CLAMP era infatti quello che creare una serie che potesse raggruppare tutte le loro opere precedenti, attraverso le tecniche del crossover (diretto o indiretto)e della continuità.

Il 15° anniversarioModifica

Nel 2004 le autrici si presentarono con delle schede personali e nomi leggermente diversi (pratica diffusa tra gli idol giapponesi a testimonianza del loro grande successo). Mokona voleva infatti abbandonare il cognome Apapa, considerato troppo infantile per i suoi gusti, mentre Nekoi voleva cambiare il suo nome Mick, perché veniva associato a Mick Jagger. Ōkawa e Igarashi decisero quindi di seguire le loro colleghe e cambiare il proprio nome.[5]

Mokona Apapa passò a Mokona, Mick Nekoi divenne Nekoi Tsubaki, Ōkawa Nanase divenne Ōkawa Ageha, mentre Igarashi Satsuki modificò i caratteri del prorio nome, passando dalla forma いがらし 寒月 (Igarashi Satsuki?) a 五十嵐 さつき (Igarashi Satsuki?). Nel 2008, però, la Ōkawa è tornata la suo vero nome.

Per l'occasione Tokyopop mise in vendita una rivista di 12 numeri chiamata CLAMP no kiseki, creata dalle CLAMP per i propri fan.[6]


FormazioneModifica

Le CLAMP lavorano seguendo una precisa divisione dei compiti e dei ruoli: delle quattro autrici, una scrive le sceneggiature, una disegna a matita, una è l'assitente artistica principale ed un'ultima è l'assitente secondaria e si occupa della gestione manageriale del gruppo.

Questa distinzione fissa è però progressivamente venuta meno dalla fine degli anni '90: Ōkawa Nanase resta alla sceneggiatura e Igarashi Satsuki alla direzione artistica, al management e all'assistenza grafica, Nekoi Tsubaki e Mokona si scambiano il ruolo a seconda dei lavori, infatti, dal 2003 Mokona si è dedicata al disegno dei personaggi femminili di Tsubasa Reserevoir Chronicle e XXX Holic, mentre la Nekoi si dedica al disegno dei personaggi maschili. In ogni caso ci sono sta delle eccezioni, infatti Nekoi Tsubaki è diventata la prima disegnatrice in opere come Watashi no suki na hito (1995), Wish (1996), "Suki. Dakara suki" (1999) e Gōhō Drug (2000). Ora il ruolo di disegnatrice principale si è ribaltato ed è ritornato come negli anni '90 dove troviamo Mokona come unica disegnatrice principale di Gate 7, mentre Nekoi Tsubaki e Igarashi Satsuki si dedicano alla rifinitura delle tavole e l'utilizzo dei retini e del tone

Membri attualiModifica

Ōkawa Nanase (大川 七瀬?)
Precedentemente conosciuta come Ōkawa Ageha (大川 緋芭?), è la leader del gruppo, nata il 2 maggio 1967 ad Ōsaka. Si occuppa delle sceneggiature e della coordinazione, e scrive a volte anche le sceneggiature per le versioni animate dei loro manga. Solitamente decide lei quali progetti sviluppare e quali abbandonare.[1]
Mokona (もこな?)
Precedentemente conosciuta come Mokona Apapa (もこな あぱぱ, Mokona Apapa?), è nata il 16 giugno 1968 a Kyōto. È la disegnatrice principale della maggior parte delle storie, e si è anche occupata del design in passato. Da lei prende il nome Mokona Modoki, il buffo personaggio (e mascotte del gruppo) che appare in Mahō kishi Rayearth, ed in seguito in Tsubasa -RESERVoir CHRoNiCLE- e XXXHOLiC.
Nekoi Tsubaki (猫井 椿?)
Precedentemente conosciuta come Mick Nekoi (猫井 みっく, Nekoi Mikku?), è nata il 21 gennaio 1969 a Kyōto. Nekoi prima di iniziare a disegnare era solamente un'impiegata.[1] Altra disegnatrice principale per alcune serie, come Wish e Gōhō Drug. Disegna anche i personaggi in versione "super deformed", ed è la creatrice del personaggio di Mokona Modoki.
Igarashi Satsuki (いがらし 寒月?)
Precedentemente conosciuta come Igarashi Satsuki (五十嵐 さつき, Igarashi Satsuki?), è nata l'8 febbraio 1969, a Kyōto. Aiuta Mokona e Nekoi come seconda disegnatrice, ed è anche la graphic designer delle copertine dei tankōbon. Igarashi decide anche la priorità dei progetti già in sviluppo.[1]

Ex-membriModifica

Akiyama Tamayo (秋山 たまよ?)
Nata il 28 novembre 1966 a Ōsaka, era la responsabile della storia e delle illustrazioni di Derayd, un manga basata sull'idea originale di Ōkawa. Cominciò in seguito a lavorare su CLUSTER, sua idea originale, storia, e disegni. Continuò a lavorare sul manga anche dopo averl lasciato il gruppo, nell'ottobre del 1992. Dopo aver lasciato il gruppo, ha pubblicato Hyper Rune, Mōryō Kiden, Secret Chaser, Zyword e Shade. Fra le ex-CLAMP, è colei che ha avuto più successo.
Sei Leeza (聖りいざ, Sei Rīza?)
Nata il 28 aprile 1967 a Ōsaka, era l'assistente per i disegni di Seiden. Si occupava anche della storia e delle illustrazione di Combination, un manga basato sul un'idea di Ōkawa. Dopo aver lasciato il gruppo, continuò il manga, completandolo dopo 6 volumi. Il suo nome cambiò in Iba Takeo, e pubblicò i suoi manga Gilgrim, due volumi, Phantom Cognition, dieci volumi, e Tasogare no Rakuen sette volumi fino ad ora. Con Sei Nanao, un altro ex membro delle CLAMP, sta ancora disegnando alcune dōjinshi, sotto il nome di L.S.N. (Leeza Sei Nanao). Ha ottenuto un buon successo nazionale ed una certa fama internazionale.
Nanao Sei (七穂せい?)
Nata il 29 ottobre 1967 a Ōsaka. Ha lasciato il gruppo nel giugno del 1990. Si occupa ancora di dōjinshi con Leeza Sei, sotto il nome di "L.S.N." (Leeza Sei Nanao).
Hishika Sōshi (日鷺総司?)
Ha lasciato il gruppo il mese di marzo del 1993.
Nakamori Kazue (中森かずえ?)
Ha lasciato il gruppo marzo 1993.
Ōmi Shinya (大海神哉?)
L'unico membro maschile del gruppo. Ha lasciato le CLAMP nel mese di marzo del 1993. È imparentato con Akiyama Tamayo.

O-Kyon

Yuzuru Inōe

CollaborazioniModifica

Okazaki Takeshi (岡崎武士?)
Le CLAMP hanno lavorato con Okazaki come assistenti mentre il maestro lavorava su Elementalors, nel 1990. In seguito, nel 1993, Okazaki ha disegnato una raccolta di storie brevi romantiche scritte da Ōkawa Nanase e raccolta nel voume Koi.

Stile e tecnicheModifica

Queste autrici provengono tutte dall’ambito dei dōjinshi, si distinguono per essere autrici di manga molto eclettiche e, benché i richiami siano innegabili, appartengono a quella prima generazione di disegnatrici che sono riuscite ad allontanarsi dai canoni shōjo fino ad allora vigenti, senza rinnegarli, rimodernando un genere e rendendolo trasversale ad ogni età e sesso.

Come hanno dichiarato in diverse interviste, le autrici sono state e sono ancora oggi grandi lettrici e conoscitrici del fumetto sia nipponico che straniero. Le opere che più le hanno colpite da giovani sono state Captain Tsubasa e Devilman (a cui hanno dedicato un intero libro d'illustrazioni), opere del tutto distanti dai canoni degli shōjo. All'inizio della carriera, le CLAMP sono inoltre state assistenti dei mangaka Takeshi Okazaki (noto per Elementalors) e Kazushi Hagiwara (autore di Bastard!!), grandi maestri creatori di manga agli antipodi degli shōjo.

La frequentazione di opere del tutto distanti dal target tipico delle ragazzine ha spinto Mokona, e le altre componenti del gruppo, ad adottare uno stile grafico dinamico, flessibile, costantemente contaminato sia dall'aggraziato e leggero disegno dei fumetti femminili, sia da quello compatto ed espressionista di quello maschile, regalandoci opere incollocabili secondo le categorie giapponesi. Il semplice tratto a matita di Mokona è già altamente dettagliato e pronto per essere ripassato a china, in perfetta continuità con la tradizione giapponese, a partire da Katsushika Hokusai.

Le CLAMP ricorrono spesso a tecniche narrative per legare tra loro alcuni dei loro manga, in modo da creare una certa continuità tra le storie o una ridondanza dei personaggi. Gli espedienti più usati sono tre.

Il crossoverModifica

Il crossover è un espediente narrativo inventato negli anni '80 dalla DC Comics in occasione del famoso Crisi sulle Terre infinite. Le CLAMP ne fanno spesso uso, diversificato in due modi principali:

Il primo metodo viene introdotto in XXXHOLiC e Tsubasa -RESERVoir CHRoNiCLE-, in cui viene affermato che esistono diversi mondi paralleli, popolati dalle stesse persone, che condividono la stessa anima. Ogni persona ha lo stesso nome e lo stesso aspetto, ma la storia, i legami familiari o i poteri possono cambiare. In Tsubasa -RESERVoir CHRoNiCLE-, ad esempio, compaiono dei personaggi già creati in passato per altre serie come Mahō kishi Rayearth, Cardcaptor Sakura, Seiden, X, CLOVER, Chobits, Kobato., Tōkyō BABYLON, ANGELIC LAYER, Gōhō Drug e Miyuki-chan in Wonderland, rivisti e collocati in universi alternativi. In questo modo, la principessa Tomoyo del "Regno del Giappone", per esempio, condivise la sua anima con Daidōji Tomoyo che vive nel "Giappone moderno" (la Terra attuale), con Tomoyo della "Repubblica di Hanshin" e con Tomoyo del "Mondo di Piffle".

Il secondo metodo è quello di intrecciare diversi manga tra loro, e grazie a distorsioni dimensionali, permettere il passaggio fisico di uno o più personaggi (non reinterpretati questa volta) da un manga all'altro. Succede in XXHOLiC e Tsubasa -RESERVoir CHRoNiCLE-: i protagonisti finiranno in entrambi i manga (successivamente anime e lungometraggi animati), e finiranno per aiutarsi a vicenda passando da un titolo all'altro. Sempre XXXHOLiC, inoltre, avviene un contatto con Gōhō Drug, quando si incontrano i protagonisti dei due titoli, rispettivamente Watanuki e la coppia Kazahaya e Rikuo, nella farmacia dove quest'ultimi lavorano.

La continuitàModifica

Un tecnica molto usata è quella di riutilizza la stessa ambientazione per più serie, creando così una certa continuità nelle loro opere.

L'esempio più comune è quello delle serie X, in cui sia i due protagonisti di Tōkyō BABYLON che il trio protagonista di 20 mensō ni onegai!!, CLAMP gakuen tanteidan e Gakuen tokkei Duklyon confluiscono poi in X. Il luogo caratterizzante è l'Istituto CLAMP, che appare in tutte le opere, tranne Tōkyō BABYLON.

Anche in XXXHOLiC viene mostrata sia una copia dello scettro di Kinomoto Sakura di Cardcaptor Sakura, sia un vaso di Gōhō Drug, e degli auricolari simili alle orecchie dei persocom di Chobits, ammettendo quindi che si tratta della stessa ambientazione. La strega Yūko di XXXHOLiC afferma infatti che conosceva sia il mago Clow Reed di Cardcaptor Sakura, sia che incontrerà la padrona dello scettro e il suo cavaliere, ma che per quest'ultimi non sarà lo stesso, intendo non incontrerà la Sakura e lo Shaoran del Giappone moderno, ma dell'universo di Tsubasa -RESERVoir CHRoNiCLE-.[7]

Infine, le saghe di Chobits, ANGELIC LAYER e Kobato. sono in qualche modo legate, poiché sono ambientate tutte e tre negli stessi ambienti e condividono fra di loro diversi personaggi. Le CLAMP sono comunque soventi inserire dettagli di loro vecchie opere anche in quelle nuove, quindi esistono molti altri esempi (più piccoli) di continuità (per esempio vestiti indossati da personaggi diversi, o loghi di prodotti, eccetera).

L'universo CLAMPModifica

Le CLAMP hanno creato un piccolo mondo fatto di ambientazioni (fittizie) che ritornano spesso e comunemente, per dare la sensazione al lettore di trovarsi in un luogo familiare e conosciuto e permettergli così una maggiore immedesimazione. Le principali ambientazioni sono:

  • Panetteria Duklyon: compare in Gakuen tokkei Duklyon, Cardcaptor Sakura, Chobits e XXXHOLiC.

TemiModifica

Grazie al numero di opere create, le CLAMP hanno potuto trattare diverse temi. Il genere principale è quello del paranormale: questo genere conta diversi manga, come Tōkyō BABYLON e X, ambientato sul piano esoterico, mentre XXXHOLiC e Gōhō Drug sono dirette verso il piano soprannaturale. Un altro tema è quello investigativo, composto dai tre manga 20 mensō ni onegai!!, Gakuen tokkei Duklyon, CLAMP gakuen tanteidan. Il genere majokko, è stato ampiamente discusso in Cardcaptor Sakura, mentre genere fantasy è stato trattato in Mahō kishi Rayearth, ed in parte in Tsubasa -RESERVoir CHRoNiCLE-. Recentemente, con Chobits e ANGELIC LAYER, hanno affrontato i temi della fantascienza, attraverso la presenza di robot e lo sviluppo informatico.


FontiModifica

LinkModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale