FANDOM


Hitaride (yomikiri)
Tipo (genere)yomikiri (shōjo)
Autori
1° disegnatoreMokona
SceneggiatoreŌkawa Nanase
Pubblicazione su rivista
1° rivista[1]Shinshokan (South Summer)
16 maggio 1994

左手 (Hidarite?), inedito in Italia, è un yomikiri di 16 pagine pubblicato sulla rivista South Summer nel 1994. La storia è scritta da Ōkawa Nanase mentre Mokona si è occupata dei disegni.

StoriaModifica

Un ragazzo racconta le esperienze della sua infanzia: quando era bambino, la sua camera era il suo castello. Quando era spaventato poteva sempre rifugiarsi in camera sua, specialmente sotto il suo futon, e sentirsi protetto. Con il tempo iniziò a credere che il futon fungesse da kekkai, e che di notte, nella sua stanza buia, se avesse messo un piede o la testa fuori dalle coperte del futon, qualcosa gliela avrebbe tagliata.

All'età di 8 anni il bambino si fratturò il piede, cadendo da un albero. Fu quindi costretto a rimanere in ospedale per un lungo periodo, che trovò molto irragionevole. Rifiutò le attenzioni della madre e delle infermiere e iniziò ad esplorare l'ospedale, per ingannare il tempo.

Il bambino notò che tutto nell'ospedale era bianco, dai muri alle lenzuola, ma un giorno incontrò una bambina dal lunghi capelli castano chiaro, e gli sembrò una principessa della favole che sua madre gli raccontava. Credendo di essere il principe destinato a salvarla, il bambino passava il suo tempo ad osservarla da lontano.

Un giorno face un sogno, in cui la bambina veniva inseguita da qualcosa, e dopo essersi svegliato di soprassalto, corse da lei, nella sua stanza d'ospedale. Quando la raggiunse, vide la principessa dormire, ma notò che la sua mano sinistra sbucava da sotto le coperte, fuori dai limiti del letto. Credendo che qualcosa gliela avrebbe tagliata, cercò di risistemarla sotto le coperte, ma non ci riuscì. Rimase incantato dal pallore del suo viso, bianco come il resto dell'ospedale. Spaventato, scappò nel suo letto e iniziò a pregare per la ragazza.

Il giorno successivo, il bambino la visitò nuovamente, e guardando la sua mano sinistra, notò con orrore che era scomparsa. Il suo arto terminava al polso, coperto da fasciature. Il bambino iniziò a piangere, perché la notte prima non aveva avuto il coraggio di salvare la mano della ragazza. Anche adesso, guardando il colore bianco, al ragazzo torna in mente la mano scomparsa di quella ragazza.

PersonaggiModifica

AnalisiModifica

FontiModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale